Home\\ : Articolo
Il cous cous di Gordon Ramsay
Di Maricler (del 03/03/2009 @ 14:19:40, in Semenze, linkato 2680 volte)
   
 


La prima cosa che ho pensato quando ho assaggiato questo cous cous è: mmmm, sa di cibo internazionale. Ci sono molti ingredienti e molte combinazioni che ho assaggiato nel corso degli anni che, nonostante non appartengano al lato familiare della memoria, ho riconosciuto come qualcosa di già noto: capita di sentire una spezia mai assaggiata e di saperla collocare immediatamente in un ipotetico abbinamento con un ingrediente abituale. Capita di masticare un animale per la prima volta e di sovrapporre la consistenza della carne al coniglio mangiato due mesi fa. Esistono, in maniera insolita e sorprendente, una serie di reti connettive che formano la nostra conoscenza culinaria, in cui un abbinamento azzardato risulta rassicurante come un tiramisù, e in cui una nuova spezia non è che l'insieme di momenti di vita condivisa passata nelle cucine altrui. Tutto si lega e si appoggia sulla punta della lingua.
Certi sapori invece volano subito all'estero, e si attaccano alle piastrelle di un ristorante etnico dove la tua lingua si è infuocata per il troppo piccante, dove hai mangiato rose come fossero pinoli, e dove per ordinare hai parlato una lingua delle mani che un cameriere ha magicamente intepretato: questo cous cous sa di quella lingua e di quel misto di fuoco e fiori, di cibo nuovo che può essere assaggiato solo prendendo un volo.

Ingredienti per 4
Cous cous 250g
Olio di oliva 75ml
Scalogni finemente tritati 2 medio-grandi
Cumino 1/2 cucchiaino
Coriandolo 1/2 cucchiaino
Paprika 1/2 cucchiaino
Salamella 200g (Ramsay usa una salsiccia di chorizo fresca, non facilmente reperibile qui in Italia)
Fave 200g
Menta 1 manciata abbondante

Pestate il coriandolo e il cumino insieme, e unite la paprika. Sbucciate e sbollentate le fave. Tritate grossolanamente la salamella.
Cuocete il cous cous come da istruzioni sulla confezione, o, per un risultato più saporito, seguite questi consigli.
Ponete l'olio in una padella antiaderente, e aggiungete gli scalogni e le spezie. Mescolate continuamente per 6-8 minuti finché gli scalogni non sono ammorbiditi. Aggiungete la salamella, e scottatela per 4-5 minuti. Unite le fave, cuocete per altri 5-6 minuti.
A questo punto unite il cous cous al condimento, mescolate, aggiungete la menta e servite.

E' molto buono anche tiepido, noi lo abbiamo preparato per una cena di dieci persone (modificando le dosi) ed è stato apprezzatissimo. 

 

 

 
     
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
 


Titolo


:: Antipasti e mangiati a morsi
:: Bancarella della Cucina
:: Bevande
:: Bloggherelloni
:: Caffè
:: Carne
:: Conserve e composte
:: Dadaismo
:: Dessert al cucchiaio
:: Dolci e biscotti
:: Dolci tradizionali
:: Dieta
:: Fatti in casa
:: Fuori menu
:: Gatti
:: Identità Golose
:: Indirizzi gastronomici
:: La dispensa dei libri
:: Mangiapane
:: Menu
:: Muffin e cupcake
:: Pane e lievitati
:: Pesce
:: Primi piatti
:: Pizza
:: Pizzerie
:: Prodotti
:: Ristoranti in Italia
:: Ristoranti all'estero
:: Ristoranti a Milano
:: Salse e affini
:: Scrittori
:: Semenze
:: Verdure
:: Viaggi
:: Vincitivillo
:: Zuppe

La serata dei Mangiapizza
La serata dei Mangiapane
con i foodblogger




La guida al nostro quartiere
La guida al nostro quartiere


La nostra guida di Berlino
La nostra guida di Berlino

La biblioteca dei lettori
Segnala i tuoi libri di cucina



Scarica il pdf con le ricette






Catalogati per mese:


Gli interventi pił cliccati

Ultimi commenti:

23/04/2012 @ 09:11:52
Di Christian louboutin outlet

23/04/2012 @ 05:59:44
Di cheap beats by dre

23/04/2012 @ 05:53:43
Di Oakley Outlet

23/04/2012 @ 05:32:11
Di longchamp outlet

21/04/2012 @ 09:42:13
Di Tiffany and Co Outlet

21/04/2012 @ 09:37:35
Di Polo Ralph Lauren

14/04/2012 @ 04:10:32
Di Mulberry Factory Shop

12/04/2012 @ 03:33:02
Di michael kors outlet

12/04/2012 @ 03:32:48
Di Oakley Outlet





Titolo

Adina
Al cibo commestibile
Anche i cialtroni mangiano
Aniceecannella
Cavoletto di bruxelles
Ciboulette
ComidaDeMama
Cosa ti preparo per cena
La Cuocapetulante
La cucina di calycanthus
Cuochi di Carta
Cuoca Precaria
Dolci di Pinella
Ecocucina
Erborina in cucina
Fiordivanilla
Foto e fornelli
Fragole a merenda
Francesca
Il cucchiaino di Alice
Il maiale ubriaco
Jean-Michel Carasso
k-kitchen
Kiaretta
La grande abbuffata
La tarantolata
Lenny
Lost in Kitchen
Ma che ti sei mangiato
Max (e la piccola casa)
Menu turistico
La mercante di spezie
Mele al forno
Mondo di Luvi
Nicola Cavallaro - Kitchenstories
Ombra nel portico
Oradicena
Paladar
Pane e miele
la piccola cuoca
Profumo di lievito
Qualcosa di rosso
Quantocepiacechiacchera
Radicchio di Parigi
Il ricettario di Anna
Rosmarina
Spilucchino
Staximo
Stella di sale
Tortalandia
Tuki
TzatzikiAcolazione
Vaniglia
Viviana Lapertosa

::Gli istituzionali

Appunti di gola
Confession of a food stylist
Consumazione obbligatoria
Dario Bressanini
Dissapore
Espresso Food&Wine
Luciano Pignataro
Marchi di gola - di Paolo Marchi
Michele Marziani
Papero Giallo
Spigoloso
Tommaso Farina

::Buoni fotografi

Bob Noto
Davide Dutto
Francesca Brambilla
Maurizio Camagna
Michele Tabozzi
Paolo della Corte
Serena Serrani

:: Buoni editori

Bibliotheca culinaria
Boscolo Etoile
Chiriotti
Food Editore
Gambero Rosso
Gribaudo
Guido Tommasi
Luxury Books
Reed Business Information
Slow Food

::Blogueses

Au levain
Cakes in the city
Cannelle et Vanille
Chocolate&Zucchini
Cupcake Bakeshop
David Lebovitz
Dessert first
Foodbeam
I dream of dessert
Pure gourmandise
Tartine Gourmande

::Blog di vino

Alice e il vino
Blogewine
Campaniachevai
DiarioEnotecario
Enoiche Illusioni
Imbottigliato all'origine
Intravino
Luciano Pignataro
Nella botte piccola
Viandante Bevitore

::gli altri amici

Gianluca Sciannameo
Patio Andaluz
SurviveMilano

::i viaggi

Miro
Trivago




dBlog.it Open Source



Titolo
Nessun sondaggio disponibile.

Feed XML RSS 0.91 Feed RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3 Feed Atom 0.3

www.thechefisonthetable.com
Tutti i diritti riservati




24/09/2014 @ 0.22.14
script eseguito in 47 ms

Ci sono 19 persone collegate